Vai ai contenuti.

Valeggio e ponte visconteo

Una natura rigogliosa, un trionfo di sapori in un borgo medievale intatto e di rara suggestione

Valeggio e ponte visconteo

Meli in fiore a Belfiore

Al confine tra l'Est e la Bassa veronese vi sono noti centri di coltivazione della mela

Meli in fiore a Belfiore

Parco regionale della Lessinia

Patrimonio naturalistico, ambientale, storico ed etnico del territorio veronese

Parco regionale della Lessinia

Risaia - Isola della Scala

Nella Bassa veronese, tra risorgive e risaie, alla scoperta della terra del “Vialone Nano Igp”

Risaia - Isola della Scala

Vigneti - Fumane

Sulle colline della Valpolicella tra ville e vigneti nascono i migliori vini della nostra tradizione

Vigneti - Fumane

Villa Bernini a Lazise

Sulle sponde del lago con il suo splendido parco: passeggiate rilassanti e un suggestivo panorama

Villa Bernini a Lazise

Castelvecchio

Simbolo scaligero trecentesco, specchio delle vicende che ne attraversarono le possenti arcate.

Castelvecchio

Provincia di Verona

via Franceschine 10
37122 Verona
tel. +39 045 9288611
fax +39 045 9288763
numero verde 800344000
posta elettronica certificata
partita iva 00654810233
codice fisc. 00654810233
coordinate bancarie
 
Tu sei qui: Home Documenti Modulistica per il cittadino Viabilità e Strade FAQ - Regolamento pubblicità stradale

FAQ - Regolamento pubblicità stradale

creato da Doni Enrico ultima modifica 01/06/2016 09:27

In questa questa pagina vengono riscontrate le richieste di chiarimento di interesse generale riguardanti il Regolamento pubblicità stradale.

La pagina è periodicamente aggiornata in base alle richieste pervenute.
Eventuali dubbi interpretativi sul nuovo regolamento dovranno essere formalizzati per iscritto ed inviati al servizio viabilità  Via delle Franceschine, 10 – 37122 VERONA o  tramite PEC a  viabilita.provincia.vr@pecveneto.it.

 

QUESITO N. 1

La fase transitoria prevede il "blocco" delle autorizzazioni lungo le strade

extraurbane della Provincia o comprende anche i "nulla osta" all’interno dei centri abitati ?

 

RISPOSTA

Il nuovo regolamento distingue fra:

-        “pubblicità stradale” per la quale si rilascia nulla osta o autorizzazione (art. 4 – PROCEDURA PER OTTENIMENTO NULLA OSTA/ AUTORIZZAZIONE)

-        “segnaletica stradale” per la quale si rilascia solo autorizzazione (art. 18 – AUTORIZZAZIONE) sia fuori che in centro abitato

Di seguito si riporta estratto della disciplina transitoria che è prevista nei due casi:

ART. 24 - DISCIPLINA TRANSITORIA

1- Pubblicità stradale di cui al Titolo I del presente regolamento

(…) omissis.

1.11 E’ sospesa la presentazione di istanze di autorizzazione per collocazione di nuovi impianti pubblicitari in ambito extraurbano per 6 mesi dalla data di entrata in vigore del presente regolamento, ad eccezione delle insegne di esercizio e della pubblicità temporanea.

(…) omissis.

2- Segnaletica stradale di indicazione di cui al Titolo II del presente regolamento

(…) omissis.

2.3 E’ sospesa la presentazione di istanze per collocazione di nuova segnaletica stradale di indicazione per 6 mesi dalla data di entrata in vigore del presente regolamento.

 

 

QUESITO N. 2

La sospensione delle istanze di autorizzazione prevista dal comma 1.11 dell’articolo 24 – DISCIPLINA TRANSITORIA comprende anche l’installazione di preinsegne su impianto esistente ?

 

RISPOSTA

Il comma 1.11 dell’articolo 24 – DISCIPLINA TRANSITORIA prevede esplicitamente che “la sospensione della presentazione di istanze di autorizzazione per la collocazione di nuovi impianti pubblicitari in ambito extraurbano”.

L’installazione di preinsegne su impianto esistente, fino al completamento del numero massimo previsto di 6, non rientra nella regola sospensiva sopra riportata.

 

 

QUESITO N. 3

Si richiedono istruzioni per la corretta presentazione delle nuove domande di “cartelli pubblicitari stradali” in modalità cartacea o informatica dopo la “liberatoria”. 

 

RISPOSTA

La disciplina transitoria è regolamentata dall'articolo 24 del nuovo regolamento. In particolare il comma 3 Presentazione domande prevede, nei tre mesi di presentazione condizionata (ovvero dal giorno 8 novembre 2014 al giorno 7 febbraio 2015), l'invio delle istanze esclusivamente mediante PEC secondo le limitazioni riportate al punto 1.12 del medesimo articolo (una sola domanda al giorno per ogni singola ditta interessata e per un solo mezzo pubblicitario).

Indirizzo PEC: viabilita.provincia.vr@pecveneto.it

 

 

QUESITO N. 4

Qual'è l'esatta data di entrata in vigore del nuovo regolamento ?

Qual'è l'esatta data di presentazione di:

a) nuove domande contingentate per l'installazione di nuovi impianti pubblicitari ?

b) nuove domande senza limitazioni per l'installazione di nuovi impianti pubblicitari ?

c) nuove domande per l'installazione di segnaletica stradale ?

 

RISPOSTA

Premesso che il nuovo regolamento è entrato in vigore il giorno 8 maggio 2014, si riscontrano di seguito gli ulteriori quesiti:

Punto a)

Il comma 1.11 dell’articolo 24 – DISCIPLINA TRANSITORIA prevede la sospensione della “presentazione di istanze di autorizzazione per collocazione di nuovi impianti pubblicitari in ambito extraurbano per 6 mesi dalla data di entrata in vigore del presente regolamento” 

Le nuove istanze di autorizzazione per collocazione di nuovi impianti pubblicitari in ambito extraurbano potranno pertanto essere presentate dal giorno 8 novembre 2014 secondo le limitazioni riportate al punto 1.12 del medesimo articolo

Punto b)

Il comma 1.12 dell’articolo 24 – DISCIPLINA TRANSITORIA prevede che “Per gli ulteriori 3 mesi le istanze per nuove autorizzazioni di mezzi pubblicitari, con esclusione delle insegne di esercizio e della pubblicità temporanea, dovranno essere presentate da ogni singola ditta interessata, nella misura di una sola domanda al giorno e per un solo mezzo pubblicitario.” 

Il comma 1.13 dell’articolo 24 – DISCIPLINA TRANSITORIA prevede che “Trascorso tale periodo di tempo, e pertanto dopo 9 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento, la limitazione non avrà più valore.” 

Le nuove istanze di autorizzazione per collocazione di nuovi impianti pubblicitari in ambito extraurbano senza limitazioni potranno pertanto essere presentate dal giorno 8 febbraio 2015.

Punto c)

Il comma 2.3 dell’articolo 24 – DISCIPLINA TRANSITORIA prevede la sospensione della “presentazione di istanze per collocazione di nuova segnaletica stradale di indicazione per 6 mesi dalla data di entrata in vigore del presente regolamento.” 

Le nuove istanze di autorizzazione per collocazione di nuova segnaletica stradale di indicazione potranno pertanto essere presentate dal giorno 8 novembre 2014 senza limitazioni.

 

 

QUESITO N. 5

Quando si installa un cartello pubblicitario bifacciale, fanno vincolo anche le distanze da intersezioni, segnaletica e quant'altro posti sul lato opposto alla carreggiata dal punto in cui si chiede l'installazione del mezzo pubblicitario?

 

RISPOSTA

Per le distanze dalle intersezioni vale quanto previsto dall'articolo 10 – PRESCRIZIONI PER I CARTELLI PUBBLICITARI commi 5, 6 e 7 del regolamento che qui si riportano:

comma 5. Le distanze dalle intersezione si misurano dalle aree di intersezione.

comma 6. L'area di intersezione deve considerarsi come superficie comune a più strade che permette lo smistamento del  traffico da una all'altra. 

comma 7. L'area di intersezione si completa con l'insieme degli apprestamenti destinati a selezionare le correnti di traffico compresa la segnaletica orizzontale che ne divarica le corsie.

Per le distanze da segnaletica, cartelli, ecc. vale quanto previsto dall'articolo 10 – PRESCRIZIONI PER I CARTELLI PUBBLICITARI commi 9, e 10 del regolamento che qui si riportano:

comma 9. Le distanze si applicano nel senso delle singole direttrici di marcia, ovvero considerando tutti i punti di riferimento, segnaletica, cartelli, ecc., sul lato destro della strada.

comma 10. Il cartello, che può essere mono o bifacciale, deve avere almeno una faccia recante il messaggio pubblicitario sul lato destro rispetto il senso di marcia. 

 

 

QUESITO N. 6

In presenza di un'intersezione a “T” la distanza di rispetto da questa è vincolante per entrambi i sensi di marcia ?

 

RISPOSTA

Per le distanze dalle intersezioni vale quanto previsto dall'articolo 10 – PRESCRIZIONI PER I CARTELLI PUBBLICITARI commi 5, 6 e 7 del regolamento (vedi risposta al quesito n. 5) e pertanto la distanza è vincolante per entrambi i sensi di marcia.

 

 

QUESITO N. 7

Nei centri abitati dove è previsto il rilascio del nulla osta tecnico, l'istanza deve considerare il rispetto delle distanze da tutta la segnaletica o solo ed esclusivamente da quella di competenza provinciale ?

 

RISPOSTA

Nel regolamento il comma 2 dell’articolo 6 – NULLA OSTA circoscrive il rilascio del nulla osta tecnico da parte della Provincia mediante il quale la stessa “acconsente al rilascio dell’autorizzazione da parte dell'amministrazione competente, all’interno dei centri abitati delimitati, inferiori ai 10.000 abitanti, verificando che venga garantita la tutela del patrimonio stradale, la presenza di sottoservizi e la sicurezza della circolazione, con riguardo a quanto previsto dall’art. 37 comma 1 lettera d) codice della strada”. L'istanza va presentata in modo da rappresentare compiutamente lo stato dei luoghi, di modo che, ottenuto il nulla osta tecnico, il comune possa, in sede di rilascio dell'autorizzazione, garantire il rispetto delle distanze da tutta la segnaletica.

 

 

QUESITO N. 8

Le distanze nei centri abitati, vanno considerate da codice della strada, da singoli regolamenti comunali, o deve essere presa in considerazione la distanza di visibilità prevista ?

 

RISPOSTA

Nei centri abitati lungo le strade provinciali deve essere valutato quanto contenuto nel Codice della Strada, ivi comprese le distanze di visibilità, salvo le eventuali deroghe previste nei regolamenti comunali.

 

 

QUESITO N. 9

Le istanze che si potranno presentare a partire dal giorno 8 novembre (una al giorno per ogni azienda) sono accettate solamente nei giorni lavorativi oppure anche nei giorni festivi e prefestivi?

 

RISPOSTA

L'invio delle istanze e previsto esclusivamente mediante PEC. Il sistema riceve le istanze tutti i giorni compresi i giorni festivi e prefestivi.

Il giorno inizia a mezzanotte (ora indicata con "00:00", inclusa) e termina con la mezzanotte successiva (24:00, esclusa).

 

 

QUESITO N. 10

Nel caso due aziende presentino richiesta di autorizzazione per la posa di un cartello nella medesima posizione, l'azienda che non potrà ottenere l'autorizzazione perde quella pratica o la può recuperare su una posizione alternativa ?

 

RISPOSTA

Le istanze saranno valutate secondo l'ordine cronologico di ricezione. Le istanze non ammissibili a seguito della valutazione verranno rigettate con atto motivato e non si possono recuperare.

 

 

QUESITO N. 11

In allegato trova un esempio di posizionamento di cartello in scarpata, in presenza di canaletta di scolo. Sebbene la proiezione del cartello corrisponda alla canaletta di scolo il palo è posizionato totalmente all'esterno di essa, e in posizione sopraelevata rispetto alla strada. Pertanto non dovrebbe ostacolare il deflusso delle acque nella canaletta di scolo. Questo tipo di posizionamento può essere autorizzato?

 

RISPOSTA

Nel regolamento il comma 12.1 dell'articolo 10 – PRESCRIZIONE PER I CARTELLI PUBBLICITARI prevede che i mezzi pubblicitari non possano essere installati all'interno delle opere idrauliche; seguono esempi non esaustivi.

 

schema

 

Il caso riportato, pur prevedendo il posizionamento del palo totalmente all'esterno dell'opera idraulica, interessa la stessa per la sua realizzazione e manutenzione.

Non è un'installazione ammissibile.

 

 

QUESITO N. 12

E' necessario firmare digitalmente le istanze da presentare a partire al giorno 8 novembre 2014 o è sufficiente l'invio delle stesse con firma autografa e spedizione a mezzo PEC da Voi indicata ?

 

RISPOSTA

Il comma 3.1 dell’articolo 24 – DISCIPLINA TRANSITORIA prevede che “l'utilizzo della procedura informatica per la presentazione delle istanze di cui agli articoli 4 e 18 del presente regolamento, sarà limitato all'uso della PEC (posta elettronica certificata)”.

Nessuna ulteriore specifica è stata introdotta dal nuovo regolamento. Le istanze possono pertanto essere trasmesse via PEC con firma autografa corredata da copia di un documento di identità in corso di validità. 

 

QUESITO N. 13

Quali requisiti informatici deve avere la cartella di avvio dei documenti in relazione alle dimensioni del sistema ricevente?

 

RISPOSTA

Il servizio di posta elettronica certificata è fornita alla Provincia da "Legalmail" di InfoCert.

Il manuale operativo prevede quanto segue:

Viene garantito l'invio nel caso in cui il prodotto della dimensione del messaggio per il numero di destinatari diretti (to:) di posta certificata, non superi i 50 MB (e quindi in cui il peso complessivo degli allegati non superi i 37 MB).

Nel caso in cui il prodotto così ottenuto superi il valore di soglia, il sistema non accetterà il messaggio notificando l'evento all'utente tramite il relativo messaggio di 'Avviso di non accettazione'.

Lo stesso valore soglia si applica ai messaggi in ingresso.

E' auspicabile che l'invio avvenga mediante un unico file denominato “richiesta nulla osta SP n 00 km 00+000” per le richieste di installazione all'interno dei centri abitati e “richiesta autorizzazione  SP n 00 km 00+000” per le richieste di installazione fuori dai centri abitati.

Nel caso di zona sottoposta a tutela paesaggistica è necessario allegare un ulteriore file denominato “relazione paesaggistica SP n 00 km 00+000” 

 

 

QUESITO N. 14

Ogni quanto verranno istruite le istanze presentate dalle varie aziende ?

E' previsto che venga reso pubblico l'elenco ?

Questo per capire quali posizioni sono già state richieste e permettere una valutazione sull'opportunità di presentare ulteriore richiesta per la stessa posizione da parte delle altre ditte.

 

RISPOSTA

La risposta alle istanze è regolata nei tempi dalla normativa sui procedimenti dell'Ente qui.

Al momento non è stata prevista la possibilità di consultazione dell'elenco delle istanze presentate. Non è esclusa l'attivazione futura di questa funzionalità. 

 

 

QUESITO N. 15

La nuova SP 5 (bretella fra Lugagnagno di Sona e Lazise) in quanto nuovo tratto stradale, è stata inserita fra le strade lungo le quali è possibile installare cartellonistica pubblicitaria ?

 

RISPOSTA

La SP 5 VAR Verona-Lago, come altri tratti stradali di nuova costruzione, non è ancora stata aperta alla possibilità di installazione di mezzi pubblicitari.

In accordo a quanto previsto dall'articolo 4 comma 5 del regolamento la possibilità di presentare domande su detti tratti, verrà pubblicizzata con apposito avviso sull'Albo on-line della Provincia. Solo dai termini ivi indicati le domande potranno essere considerate ricevibili. 

 

 

QUESITO N. 16

Si chiede la possibilità di variare il periodo di installazione rispetto all'autorizzazione/nulla osta già rilasciati per la collocazione di pubblicità temporanea (articolo 14 del regolamento) ?

 

RISPOSTA

La richiesta di modifica del periodo di installazione rispetto a quanto già stabilito nell'autorizzazione rilasciata (fuori centro abitato) sarà considerata come nuova installazione e pertanto dovrà essere presentata una nuova istanza. L'articolo 5 comma 10 prevede che ogni singola istanza possa essere presentata per più periodi fino ad un massimo di 8.

Per il nulla osta vale quanto riportato all'articolo 6 comma 3 che stabilisce il permanere della validità dello stesso a condizione che non intervengano modifiche allo stato dei luoghi e/o alle caratteristiche tipologiche, dimensionali e strutturali del mezzo pubblicitario.

Spetta al comune competente il rilascio dell'autorizzazione in conformità al nulla osta provinciale (valido per la strada e la chilometrica indicata), nel rispetto delle norme regolamentari e della disciplina legislativa nazionale in materia. 

 

 

QUESITO N. 17

L'articolo 10 del nuovo regolamento, titolato “Prescrizioni per i cartelli pubblicitari”, contiene in allegato uno schema esplicativo dell'area di intersezione. Si chiede se il divieto previsto da tale articolo per l'installazione dei cartelli pubblicitari nell'area di intersezione, compresa quella delle canalizzazioni, è esteso anche alla collocazione delle preinsegne ?

 

RISPOSTA

L'articolo 10 del nuovo regolamento contiene un riferimento puntuale alle preinsegne o ai mezzi pubblicitari solamente nei commi 11 e 12 (12, 12.1, 12.2, 12.3 e 12.4)

L'articolo 51 comma 13 del D.P.R. 495/92 prevede una importante deroga per le preinsegne. Queste possono essere infatti collocate a distanze inferiori rispetto a quelle stabilite per gli altri mezzi pubblicitari (comma 2 lettere b, c, d, e, f ed h dello stesso articolo) anche dalle intersezioni.

Dal combinato disposto dell'articolo 10 del nuovo regolamento e dell'articolo 51 comma 13 del D.P.R. 495/92 deriva che la limitazione dell'installazione nell'area di intersezione, compresa quella delle canalizzazioni, non si applica per la collocazione delle preinsegne.

 

 

QUESITO N. 18

In sede di rinnovo di un'autorizzazione all'installazione di preinsegne la Provincia di Verona ha richiesto un bozzetto conforme all'articolo 12 del nuovo regolamento. Cosa s'intende per conformità del bozzetto all'articolo 12 ?

 

RISPOSTA

L'articolo 12 del nuovo regolamento stabilisce le caratteristiche che devono avere gli impianti di preinsegne per dimensione, ubicazione, numero, ordine di installazione e colori.

Il bozzetto con rappresentato il nuovo stato di progetto costituisce pertanto “allegato obbligatorio”, anche nelle domande di rinnovo, qualora la documentazione fotografica dimostri una situazione difforme dall'autorizzazione rilasciata o dalle regole stabilite dal nuovo regolamento.

 
 

 

QUESITO N. 19

IL'articolo 9 del nuovo regolamento, titolato “Allineamento dei mezzi pubblicitari agli ostacoli fissi”, specifica, al secondo comma del punto 2 che “In presenza di guardrail è ammessa la collocazione di impianti pubblicitari ad una distanza di 2 m misurati dal filo interno del guardrail stesso”. Si chiede di chiarire da dove deve essere prese tale misura minima.

 

RISPOSTA

Il termine “interno” è riferito alla strada provinciale, pertanto la distanza va presa dal filo del guardrail rivolto verso la carreggiata della strada stessa.

 

diagramma
 
G
M
T
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La funzione vocale è limitata a 100 caratteri
 
logo Europe Direct