Vai a sottomenu e altri contenuti

Approvazione e autorizzazione all'esercizio aree attrezzate al ricevimento di rifiuti urbani o loro frazioni e impianti connessi e funzionali al sistema di raccolta dei rifiuti urbani

Cos'è: I soggetti gestori dei centri di raccolta, ovvero il Comune nel caso di gestione diretta del proprio centro di raccolta, hanno facoltà di chiedere alla Provincia l'autorizzazione a ritirare dalle utenze esclusivamente domestiche le tipologie di rifiuto urbano i cui codici CER di riferimento non sono attualmente contemplati nel punto 4.2 dell'allegato 1 al D M. 8 aprile 2008 così come modificato dal D.M. 13 maggio 2009.

A chi si rivolge: I soggetti gestori dei centri di raccolta, ovvero il Comune nel caso di gestione diretta del proprio centro di raccolta

Cosa fare: Il richiedente deve presentare domanda per l'approvazione del progetto e la realizzazione dell'impianto e contestualmente domanda di autorizzazione all'esercizio degli impianti, accompagnata dalla documentazione prescritta, predisposte secondo i moduli provinciali. La domanda va inoltrata, in copia, anche al Comune sede dell'impianto e al Dipartimento provinciale dell'ARPAV

Modalità di avvio: approvazione e autorizzazione all'esercizio aree attrezzate al ricevimento di rifiuti urbani o loro frazioni e impianti connessi e funzionali al sistema di raccolta dei rifiuti urbani

Come si svolge: Entro 30 giorni dalla domanda, la Provincia esamina la documentazione per eventuali integrazioni. Nei 30 giorni successivi, convoca la Conferenza di servizi. Alla seduta è invitato anche il richiedente. La Commissione Tecnica Provinciale (CTPA), che svolge le funzioni di Conferenza dei servizi, o, ove previsto, la Commissione VIA integrata, entro i 90 giorni dalla convocazione, valutato il progetto e la sua compatibilità con le esigenze ambientali e territoriali, trasmette le conclusioni al dirigente, che provvede entro 15 giorni. L'avvio degli impianti è subordinato a comunicazione con la data di avvio e allegate dichiarazione del direttore lavori di ultimazione opere in conformità al progetto approvato e documentazione attestante la prestazione delle garanzie finanziarie. L' autorizzazione ha durata 5 anni. Il rinnovo, su modulistica provinciale corredata dalla documentazione prescritta, va presentato non prima di 1 anno ed almeno 6 mesi prima della scadenza. La Provincia provvede entro 180 giorni

Requisiti

-

Costi

-

Normativa

  • LR 3/2000; Dlgs 152/2006;
  • DGRV 3043/2009;
  • DM 18/4/2008 come modificato dal DM 13/5/2009

Incaricato

Federica Pecchio

Tempi complessivi

Termine finale (giorni): 165

Termini e modalità di ricorso

Autorità a cui presentare ricorso: Tribunale amministrativo regionale o ricorso straordinario al Capo dello Stato

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Servizio A.I.A.
Indirizzo: Palazzo Capuleti, via Franceschine, 10 - 37122 Verona
Telefono: 0459288845   0459288852  
Fax: -
Email:
Email certificata:
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto