Vai a sottomenu e altri contenuti

Diffida / diffida con contestuale sospensione autorizzazione in materia di scarichi

Cos'è:

Ferma restando l'applicazione delle norme sanzionatorie espressamente prevista, in caso di inosservanza delle prescrizioni dell'autorizzazione allo scarico la Provincia procede, secondo la gravità dell'infrazione: a) alla diffida, stabilendo un termine entro il quale devono essere eliminate le inosservanze: b) alla diffida e contestuale sospensione dell'autorizzazione per un tempo determinato, ove si manifestino situazioni di pericolo per la salute pubblica e per l'ambiente; c) alla revoca dell'autorizzazione in caso di mancato adeguamento alle prescrizioni imposte con la diffida e in caso di reiterate violazioni che determinino situazione di pericolo per la salute pubblica e per l'ambiente

Cosa fare:

Il destinatario della diffida deve ottemperare nei termini e modalità imposti

Modalità di avvio:

diffida / diffida con contestuale sospensione autorizzazione in materia di scarichi

Come si svolge:

Il procedimento inizia d'ufficio, sulla base della segnalazione di organi di controllo o di una verifica d'ufficio.

Requisiti

A chi si rivolge: La diffida è diretta al titolare/gestore dell'impianto in caso di inosservanza delle prescrizioni autorizzatorie

Costi

-

Normativa

  • D.Lgs 152/2006, art. 130;
  • LR 33/1985, art. 5

Incaricato

Luca Zannini

Tempi complessivi

Termine finale (giorni): 60

Note

Autorità a cui presentare ricorso: Tribunale amministrativo regionale o ricorso straordinario al Capo dello Stato

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Servizio A.U.A. procedure semplificate e scarichi
Indirizzo: Palazzo Capuleti, via Franceschine, 10 - 37122 Verona
Telefono: 0459288890   0459288852  
Fax: -
Email:
Email certificata: aua.provincia.vr@pecveneto.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto