Sezioni

Gestione dei pagamenti

Descrizione delle misure organizzative adottate per garantire la tempestività dei pagamenti, ai sensi dell'articolo 9 del decreto legge 1 luglio 2009, n. 78.

La Provincia di Verona, nell'ambito delle proprie procedure interne finalizzate alla liquidazione delle fatture dei fornitori attua, tra l’altro, le seguenti iniziative:

  • adozione dello strumento dell’ordinativo informatico con firma digitale per la sottoscrizione e trasmissione all’istituto bancario tesoriere dei mandati di pagamento ai fini della loro esecuzione a favore dei soggetti terzi, con conseguente riduzione dei tempi di lavorazione dei pagamenti da parte della banca;
  • inserimento nella convenzione di tesoreria con l’istituto bancario aggiudicatario del servizio di specifiche clausole che garantiscano:
  1. tempi ristretti per l’esecuzione dei mandati di pagamento emessi dall’Ente (entro il primo giorno lavorativo successivo alla consegna, anche telematica);
  2. esenzione da qualsiasi spesa per il beneficiario del pagamento;
  3. valute di accredito a favore dei beneficiari estremamente favorevoli, che per i mandati che vengono estinti con accredito sui conti correnti intrattenuti dai beneficiari presso qualsiasi filiale del tesoriere è il giorno stesso di pagamento del mandato, mentre per i mandati che vengono estinti tramite bonifico su conti correnti intrattenuti dai beneficiari presso altri istituti bancari è il terzo giorno lavorativo successivo al pagamento del mandato;
  • invio di e-mail personalizzate a tutti i fornitori che ne fanno semplice richiesta al fine di essere tempestivamente informati circa l’avvenuta emissione dei mandati di pagamento a loro favore, all’atto del rilascio da parte del Tesoriere della ricevuta positiva di carico dell’ordine di pagamento;
  • attivazione sul proprio sito internet di una specifica sezione ad accesso riservato ai fornitori che ne facciano semplice richiesta, ove ciascuno di essi può consultare la posizione relativa alle fatture liquidate dall’Ente;
  • adozione di una specifica direttiva interna per definire le modalità operative per semplificare l’acquisizione del documento unico di regolarità contributiva (D.U.R.C.) per gli acquisti centralizzati dei beni, al fine di ridurre gli adempimenti propedeutici alla liquidazione delle fatture;
  • adozione di una direttiva per la corretta protocollazione ed archiviazione delle fatture dei fornitori;
  • adozione, in via sperimentale da parte della direzione generale, con prospettiva di estensione agli altri servizi provinciali, di uno scadenziario per il pagamento delle proprie fatture, con calcolo dei giorni a ritroso dalla scadenza della fattura, al fine di consentire una puntuale attivazione delle attività propedeutiche alla liquidazione delle fatture stesse;
  • adozione da parte del servizio finanziario di un database di monitoraggio delle singole pratiche di liquidazione che gli pervengono, al fine di sapere, per ciascuna di esse, in qualsiasi momento, a quale dipendente è in carico per l’esecuzione o in quale data è stata eseguita;
  • l’assegnazione, con il piano esecutivo di gestione (p.e.g.), di tempi predefiniti per l’esecuzione dei pagamenti da parte del servizio gestione bilancio, a decorrere dalla ricezione dei relativi provvedimenti di liquidazione completi e corretti;
  • definizione di un procedimento molto dettagliato per la verifica di regolarità presso il sistema dei concessionari della riscossione “Equitalia” per quanto attiene i pagamenti di entità superiore a 10.000 euro (articolo 48 bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602), con conseguente, tempestiva, informativa ai fornitori interessati da eventuali irregolarità segnalate, ai fini della loro regolarizzazione;
  • attivazione di un gruppo di lavoro intersettoriale per la definizione di procedure per la regolare acquisizione della documentazione amministrativa necessaria per la predisposizione delle liquidazioni degli stati avanzamento lavori delle opere pubbliche;
  • inserimento nella gran parte dei contratti per l’acquisizione di beni e servizi di clausole che consentono il pagamento “…entro il …..esimo giorno” in maniera da consentire, nel rispetto della parità di condizioni tra le imprese e i soggetti partecipanti alle procedure, l’esecuzione dei pagamenti dovuti anche prima del termine ultimo previsto dal contratto.

Azioni sul documento

pubblicato il 2010/01/11 16:05:00 GMT+1 - ultima modifica 2012-10-12T08:21:45+01:00