Sezioni

certificazione avvenuta bonifica di sito contaminato


Cos'è: La norma individua i casi in cui un sito deve considerarsi potenzialmente contaminato e/o contaminato e stabilisce le procedure operative e amministrative da seguire per lo svolgimento delle operazioni necessarie all'eliminazione delle sorgenti di inquinamento e comunque per la riduzione delle concentrazioni di sostanze inquinanti. Terminata la realizzazione del progetto di bonifica, è richiesto alla Provincia il rilascio di apposita certificazione che attesti l'avvenuta bonifica e cioè il completamento degli interventi di bonifica, di messa in sicurezza permanente e di messa in sicurezza operativa in conformità al progetto approvato

A chi si rivolge: I soggetti che, avendone l'obbligo o la facoltà, abbiano realizzato compiutamente gli interventi di bonifica, di messa in sicurezza permanente e di messa in sicurezza operativa approvati: responsabile della contaminazione, proprietario del sito, altri soggetti interessati, Comune territorialmente competente

Cosa fare: Chi intenda chiedere la certificazione, alla fine dei lavori, presenta, alla Provincia e ad ARPAV, istanza di certificazione secondo il modello allegato, corredata dalla documentazione ivi indicata

Modalitàƒ di avvio: certificazione avvenuta bonifica di sito contaminato

Come si svolge: L'ARPAV predispone apposita relazione tecnica sul completamento degli interventi di bonifica, di messa in sicurezza permanente e di messa in sicurezza operativa nonché sulla loro conformità al progetto approvato in modo che sulla base della stessa la Provincia può decidere sulla richiesta di certificazione

Costo: La richiesta di certificazione è soggetta a imposta di bollo. La certificazione è soggetto a imposta di bollo

Termine finale (giorni): 30

Normativa di riferimento: D.Lgs 152/2006, art. 242/13 e art. 248.

Ufficio competente: Servizio gestione rifiuti

Nominativo responsabile/i:
ZANNINI LUCA

Autoritàƒ a cui presentare ricorso: Tribunale amministrativo regionale o ricorso straordinario al Capo dello Stato



<< Indietro

Azioni sul documento

pubblicato il 2009/05/08 12:10:00 GMT+1 - ultima modifica 2011-02-07T10:14:49+01:00